Sign up and stay connected to your favorite communities.

sign uplog in
54
ArchivedStickied post

Molti post chiedono come investire piccole cifre, lamentandosi dei tassi bassi e dei tempi lunghi per maturarli.

Mettiamo in chiaro qualche piccolo punto di educazione finanziaria:

  • Il denaro da risparmio è il distillato delle vostre fatiche, sfuggito alla tassazione più alta del mondo. Tenendo questo in mente, spendetelo in divertimento/cultura/viaggi/regali e occasioni di felicità per chi vogliate. Dopo ciò, curatelo come un tesoro di inestimabile valore: il vostro tempo convertito in unità di conto.

  • Esiste un collegamento fra rendimento, rischio e tempo = Non esiste un'attività a basso rischio/tempo e alto rendimento.

  • La classe di attivo (asset) più sicura è il conto deposito/conto corrente. Per legge equiparate, sono protette nominalmente fino a 100k. In caso di fail sistemico non esiste un fondo a copertura, ma in quel caso le preoccupazioni sarebbero altre (acqua e cibo). Se siete così apprensivi, tenete una quota in contanti.

    • Considerate che al di sotto di uno stipendio annuo, non conviene fare proprio nulla. Immaginate un licenziamento improvviso, la macchina rotta, un parente malato o un tetto da rifare. Queste attività sono molto più frequenti di quanto non sembri. Contrarre debiti perchè si è investita quella cifra significa perdere sicuramente gli interessi da ripagare.
    • Una volta arrivati a quella soglia, integrate la pensione. Fino a 5k all'anno sono deducibili dalle tasse, il che significa un rendimento altissimo rispetto a qualunque investimento. Vi avanza qualcosa? Comprate una sterlina d'oro. È tangibile e tende quantomeno a rimanere stabile.
  • L'auto viene controllata e manutenuta regolarmente? La sicurezza è sempre fondamentale e cambiare olio, filtri e pneumatici aumenta l'efficienza (e la rivendibilità).

  • La vostra abitazione è dotata di pannelli solari? Caldaia a condensazione? Riscaldamento a pavimento? Infissi? Coibentazione? Si risparmia notevolmente e ci sono incentivi fiscali.

  • "Si ma io voglio giusto quel qualcosina in più" = benissimo. Studiate la finanza moderna, i contratti, le piattaforme, gli incentivi per i venditori e la loro competenza nell'offrirvi prodotti finanziari. Valutate la vostra esposizione ai rischi, ai mercati, alla demografia, politica, ai cambiamenti sociali e tecnologici. Fate il giusto mix di strumenti, utilizzate banche affidabili e consulenti rispettabili, e infine sappiate che nessuno da qualcosa per nulla.

  • In realtà no. Voi non volete rischiare 100 per guadagnare 1-2 in più all'anno, ma è quello che otterrete avventurandovi casualmente in un mondo che ormai risulta complicato per tutti. Non potete avere consulenza con cifre piccole, la clientela importante (private) parte dai 400k liquidi in su. Se siete sui 100k però ci sono molti blogger e promotori indipendenti che possono aiutarvi. Non la vostra banca. Loro sono i vostri nemici da combattere, compresi parenti e amici che lì lavorano.

Se vi consigliano strategie semplici (Boogleheads docet) domandatevi prima: ma io sono disposto a vedere cali del 20, 30, 50% senza battere ciglio e mantenere tale perdita per qualche anno finchè non si tornerà al ciclo seguente (se il ciclo seguente si baserà sempre su questo tipo di denaro)?

Se vi consigliano criptovalute: ma io so di cosa si sta parlando? Ho capito come funziona il wallet? Comprendo che c'è il rischio di fondo che il sistema sia manipolabile da grandi attori o da problemi non ancora contemplati?

54
10
Stickied post

Stiamo aggiornando il sub, sia graficamente (con la beta, forse voi non la vedete) che a livello di contenuti. Se avete suggerimenti scrivete qua sotto

10
2

Salve!
E' da qualche giorno che guardo diversi c/c, ma tra costi nascosti e. cose che non capisco preferisco prima chiedere consiglio.

Sono uno studente universitario, lavoro ma prendo contanti. Al momento ho un libretto in posta + PostePay, però mi costa 10E all'anno, 2E per ogni ricarica e non posso trasferire i soldi direttamente dal libretto alla carta. Vorrei un c/c così da depositare i soldi una volta al mese e, quando necessario, trasferirli su prepagata per acquisti online (Amazon/PayPal). Vorrei quindi un conto con inclusa prepagata e da cui fare operazioni di trasferimento soldi via internet. Senza costi o con costi bassi sarebbe meglio. Non sono interessato alla carta di credito, ma il deposito di contati agli ATM è un plus.

Consigli? Per ora avevo visto Conto Arancio, Hello!Money, Fineco.

3

Buongiorno a tutti.

Sono un ragazzo di 21 anni e fra poco riceverò la mia prima busta paga. Per adesso non dispongo di nessun conto corrente, ma dispongo di una PostePay (che non uso mai) e PostePay Evolution per l'accredito delle mie competenze dello stage e spese varie (principalmente acquisti on-line, spese per l'autostrade e benzina).

Mi sto informando sui costi e incentivi dei vari conti correnti. Sto cercando qualcosa che: mi permetta di accreditare lo stipendio direttamente sul conto (ne vale la pena?); utilizzare una CC per acquisti on-line e ogni giorno (magari con punti rewards); mi permetta di tracciare e gestire il mio conto in dettaglio.

Sono aperto e tutti i sugggerimenti. Grazie in anticipo.

2

Come da domanda, ci sono servizi simili a MoneyFarm? Non hanno più offerte come la gestione gratis dei primi 10k.

3

con la preoccupazione sul ritorno della lira e dell'apocalisse bancaria paventata dai giornali, molti consigliano di portare i soldi all'estero, dove siamo sicuri che, per lo meno, rimarrebbero in euro. ma è davvero così facile aprire un conto in germania/francia/ecc? ho letto che puoi aprire un conto corrente senza troppi problemi, ma un conto deposito? qualcuno in questo subreddit ci sta pensando, o l'ha fatto?

7

COMPILAZIONE 730

Questo sarebbe il mio primo anno di dichiarazione dei redditi (lavoro nel pubblico e non ho mai dovuto detrarre spese) e voglio provare a cimentarmi col 730 precompilato. Sono in possesso (a causa di diverse eredità) di frazioni di immobili che abbiamo sempre tenuto sfitte e non abitate. Quello che vedete nel quadro B1 da Gennaio 2017 è stato dato in affitto a €6000 l'anno.
Il contratto è cointestato tra me e mia sorella e percepiamo l'affitto suddiviso al 50%. Il 1° Maggio l'affittuario n1 ha lasciato l'immobile prima dello scadere del contratto e dal 1° Luglio abbiamo trovato un nuovo inquilino a cui abbiamo registrato un nuovo contratto sempre a €6000.

Riassumendo:
01/01 - 30/04 = Contratto1
01/05 - 03/06 = Appartamento Sfitto
01/07 - 31/12 (e oltre) = Contratto2

Ho modificato quindi il quadro B aggiungendo una riga in B2 dove ho accorpato i 2 contratti e spuntando in 8 il fatto che si sta parlando sempre dell'immobile precedente.
Mi sembra di aver capito di fare così a pagina 25 della guida alla compilazione che si trova sul sito dell'AdE

FOTO

DOMANDA 1: fin qui ho fatto bene?

DOMANDA 2: in B11 devo inseririe i dati del contratto di locazione ma ho un solo rigo mentre i contratti sono 2. Cosa dovrei fare?

Domanda 3: A cosa si riferisce la colonna 9 in B11?

7
comment
2

Ciao a tutti

Dopo anni di condivisione auto con mio fratello, è giunto il momento di acquistare un'auto per me. Vorrei chiedervi un parere per capire che cifra posso spendere. Colgo anche l'occasione per costituire un tavolo di discussione su un argomento che non mi pare sia stato trattato altrove.

Situazione: quasi 26y, contratto a tempo indeterminato, stipendio di 1400€x14m. Vivo attualmente con i miei e vorrei andare a vivere tra circa 1 anno (non prima per alcune questioni familiari) con la fidanzata che spero che per quel giorno avrà un'entrata più o meno stabile. Saving attuale: 10k liquidi.

Km annui: 12 o 14k

Per darvi un'idea, penso che le spese di affitto non supereranno i 500 euro al mese per i primi anni (di cui penso mi farò carico del 60 o 70%), salvo poi cercare una soluzione diversa in ottica di famiglia tipo tra 7 anni o 9 anni.

Ora, tanto per darvi qualche riferimento, ho visto qualche macchina e la mia parte razionale mi dice Hyundai (benzina) i20 Km0 o usata e andare a spendere non più di 11k o 12k. La mia parte irrazionale mi dice Mazda 2 (benzina) full optional a 16k (+ finanziamento). A mente fredda sono riuscito a capire che la seconda opzione è fuori dalla mia portata, però volevo capire qualche principio finanziario da adottare nell'acquisto dell'auto.

Ho già cercato in qualche forum e in Italia qualcuno dice che l'auto non dovrebbe superare i 10 stipendi (contando 13esima e 14esima?). Qualche forum di oltre oceano suggerisce come riferimento di non spendere oltre il 35% del reddito annuale prima delle tasse.

Voi cosa mi suggerite a riguardo? Grazie a tutti quelli che vorranno condividere il loro parere.

6

Alla giovane età di 21 anni un ingenuo me si è fatto una assicurazione vita/piano di accumulo/non so cosa sia con INA Assitalia, dovrebbe chiamarsi INA SetteMassima, e sinceramente vorrei dare fuoco alla persona che me l'ha fatta fare perchè è stata senza troppi giri di parole disonesta a riguardo dicendomi cose che non si sono poi rivelate vere (ma no puoi ridurre le rate quando vuoi, puoi prndere i soldi senza problemi).

Visto questo vorrei chiudere questa cosa e passare a un metodo di risparmio/accumulo più flessibile (ho letto dei conti deposito, non so se siano lo strumento migliore) in cui poter mettere quello che voglio/posso ogni mese (ho spesso extra in busta per straordinari, trasferte ecc oltre allo stipendio e contavo di metterli).

Ora, le opzioni che vedo sono 3:

  1. Mantengo questa cosa e faccio un altro metodo di risparmio a parte
  2. Riscatto tutto e chiudo (si potrà fare?) e passo ad un altro metodo di risparmio, mettendoci quello che riscatto
  3. Smetto di versare il premio mensile (si potrà fare?) e faccio un altro metodo di risparmio a parte

So che ho molte idee e ben confuse, ma spero possiate aiutarmi.

4

Ciao a tutti,

mi stavo chiedendo se per caso Fineco dispone di una funzionalità che permetta di tracciare l'andamento del proprio portafoglio nel tempo... qualcuno ne è al corrente?

4

Ciao,

Se ho 100k misti tra dollari e euro come il migliore modo di investirli? In fondi diversi o azioni o altre cose? Sono un studente e non ho impegni che devo pagare da questi soldi, e quindi non mi serve di liquidarli per un po’ di anni, neanche gli interessi.

Grazie.

3

Sono un cliente Fineco da decenni e sono soddisfattisimo di loro. Ma ora mi ritrovo che la carta di credito "pura" dal prossimo rinnovo non sarà più gratis ma 20€ l'anno. Mi rimane solo la visa debit gratis. Ma la debit non ho idea di quanto pratica sia nel prenotare alberghi all'estero, fare grosse spese etc... Nel mese che prenoto un volo intercontinentale e qualche albergo il massimale di 1'500 della debit lo brucerei in un secondo! Inoltre, essendo una "electronic only" non mi è chiaro quanto sia accettata in giro per il mondo.

Quindi mi chiedo... C'è un modo di avere una visa che sia propriamente di credito gratis? Che mi consigliate???

(ho una amex gratis al momento, quindi per l'Italia sto bene con la visa debit e l'amex. Ma... visto quanto è accettata nel mondo l'amex voglio proprio una visa!)

3

Salve a tutti.

Vi scrivo perchè siete sempre molto attenti e date sempre informazioni interessanti. Seguo da molto questo sub anche se non posto molto spesso. Stavolta ho un quesito su cui penso mi possiate aiutare.

Ho lavorato dal 2014 a fine 2016 in UK e sono rientrato in Italia a Dicembre 2016. Ho lavorato e tuttora lavoro per la stessa ditta con sede a Londra ma da remoto (lavoro da casa).

Avendo residenza fiscale in Italia devo presentare la dichiarazione dei redditi. Ho sentito che ci sono delle agevolazioni per lavoratori impatriati, c'è qualcuno che ha esperienza in merito?

Grazie mille a tutti.

3

Salve a tutti. Finalmente mi alzeranno lo stipendio! Però andrò ad avere un imponibile un poco sopra la soglia per il bonus degli 80€. Quindi, a fronte di 4000€ di lordo in più prenderò tipo 1200€ di netto in più!!

Ho letto da alcune parti che se uno si fa trattenere i versamenti per il fondo pensione direttamente dalla ditta allora calcolano l'imponibile erroneamente, deducendo anche questi versamenti. Ne sapete qualcosa? Si può fare?

Come posso non bruciarmi l'intero aumento in tasse?

2

Ciao a tutti :)

nel 2017 ho effettuato una definizione agevolata su 2 cartelle, quindi devo pagare le 5 rate durante il 2017 e 2018 con addebito RID.

Le prime 3 rate sono state pagate senza problemi nel 2017. A dicembre 2017 mi sono arrivate altre cartelle, ho provato a fare la definizione agevolata del 2018, e da li ho scoperto che le 2 cartelle della definizione 2017 erano in sospensione. Ora non mi ricordo se queste cartelle sono andate in sospensione fin dall'inizio della definizione agevolata del 2017.

Ora c'era da la rata del 30 aprile 2018, ma è stata posticipata al 31 Luglio 2018 (senza tra l'altro una comunicazione ufficiale, indecente)

Quello che mi domando è normale che c'è questa sospensione sulle 2 cartelle della definizione del 2017? Ovviamente ho scritto ad equitalia tutto quanto, ma la loro risposta è stata veramente assurda e priva di senso:

ad evasione della Sua richiesta del 22 12 2017 (numero pratica 1-xxxxx), specifichiamo quanto segue: • la sospensione delle cartelle, inserite nella definizione agevolata, ha per oggetto gli atti esecutivi.

Grazie a tutti :)

6

ho una certa somma di cui non ho bisogno nell'immediato, il conto deposito è la soluzione più sicura per "congelarli" per un paio di anni? avete consigli su quello da scegliere, tenendo in considerazione sia il rendimento che la "solidità" della banca?

8

Giusto un paio di informazioni su di me. Ho 29 anni, sono, da poco più di un anno, un infermiere libero professionista, per adesso sto guadagnando qualcosa ma gli emolumenti troppo altalenanti non mi permettono ancora di mantenermi del tutto.

Convivo, ho circa 2000 euro da parte (briciole, lo so) e a breve dovrei essere assunto a tempo indeterminato con uno stipendio intorno ai 1700 euro/mese.

Sono allergico all'economia in generale ma ho raggiunto un età in cui non posso più ignorare che mi pentirò di una gestione ingenua dei miei soldi.

Mi piacerebbe anche imparare le basi per investire dei miei (eventuali) soldi.

Grazie a chi perderà un minuto per rispondermi.

1

Ciao! Forse questa domanda è un po' offtopic, ma non ho trovato un subreddit migliore :)

Ho una casa in comproprietà. Vorrei comprare le quote dei miei fratelli, e poi affittare la casa a uno di loro con un affitto calmierato.

La mia domanda: è possibile nel contratto di cessione delle quote inserire anche l'affitto per quattro anni con pagamento anticipato? In questo modo dovrei pagare un po' meno a quel fratello e avrei un mutuo più piccolo da pagare.

Grazie!

5

Ciao ragazzi, non so se potete aiutarmi. Io sono uno studente fuorisede e mi stavo chiedendo quali siano le caratteristiche da considerare per un conto corrente. Voi cosa ne pensate? che risorse si possono usare per confrontare le diverse opzioni?

5

Ciao a tutti.

Ho una domanda molto semplice, come da titolo: quali sono i migliori podcast da ascoltare/seguire riguardo la personal finance o comunque l'indipendenza finanziaria?

Ho già rich dad ed il podcast di dave ramsey volevo sapere se esistono altri podcast interessanti sia in italiano che in inglese.

Grazie in anticipo

3

Ciao a tutti Chi conosce i Certificates? Nessuno li usa per diversificare gli investimenti? Oppure come assicurazione put/call per coprirsi dai rischi di salita/discesa improvvisa? Vedo spesso la pubblicità di questi prodotti nelle riviste specializzate ma non capisco se sono di pura speculazione o vanno bene per investimenti. P.s. ho già vari ETF azioni e obbligazioni quindi non rispondete con "lascia perdere investi in ETF" :D

3
6

Ciao, ho deciso di passare auna banca online per i minori (praticamente nulli) costi di gestione, la maggior flessibilità e semplicità. Ho visto le varie offerte in giro per il web.

Al momento in bcc ho il c/c con bancomat, la carta prepagata con iban e un libretto di deposito per i miei risparmi. Sono studente.

Vorrei fondamentalmente avere gli stessi servizi ma con una banca online bypassando i costi dei conti in filiale, ma ci sono tanti prodotti diversi.

Al momento ho aperto un conto n26 e sto aspettando che mi arrivi la carta, ma non capisco se posso farci tutto quello che ci faccio col conto corrente e la prepagata o se ho limitazioni. Avevo letto da qualche parte di gente che consigliava di aprire conto corrente arancio di ing o c/c online di chebanca o webank e in più avere la n26. ma a quel punto non posso fare direttamente con le carte di debito e credito prepagate che mi danno queste banche? o n26 ha dei vantaggi (contando che viaggio spesso all'estero=?

Grazie.

6
4

Ciao a tutti

Sono appena rientrato in Italia dopo diversi anni nel UK e ovviamente sono stato a abituato a un sistema bancario diverso.

Mi ritrovo un po disorientato e non so dove andare. Sto cercando qualcosa di "semplice" (in teoria): costi minimi se non a zero per quanto riguarda il conto corrente, e poi un sistema simile a quello del uk dove ti viene fornito una debit card, che sarebbe un bancomat che può essere utilizzata come una carta di credito, prelevando direttamente dal tuo conto.

Poi esiste qualcosa in Italia simile al "ISA" ? Tipo conti per risparmi che sono abbastanza flessibili con un margine minimo di interessi con zero/pochi rischi?

Poi se ce uno rinomato per un buon servizio clienti anche meglio, le mie prime esperienze qui non sono state le migliori.

Non so davvero nulla di come funzionano le banche qui, il sistema bancario a Londra era cosi facile, qui sembra che devi pagare per ogni piccola cosa e in più ti rendono la vita più difficile.. spero di sbagliarmi.

Grazie

4

Ciao a tutti,

potrei ricevere una proposta di lavoro con auto aziendale... fermo restando che non conosco le condizioni di questa società per l'auto aziendale, ho cercato di studiarmi come funziona in generale.

Sicuramente sarà un uso promiscuo... quindi viene calcolata con la tabella ACI. Quello che non riesco a capire è l'esempio seguente preso da un sito:

e prendiamo una macchina dalle tabelle ACI prendiamo il seguente calcolo come segue: Reddito imponibile convenzionale: 15.000 x 0,7795 x 30% = Euro 3.507,83 Il reddito imponibile annuo (ai fini fiscali e contributivi) risulterà pari a Euro 3.507,83 (Euro 292,32 mensili). Il dipendente utilizzerà l’auto per tutto l’anno e il datore di lavoro gli effettuerà una trattenuta mensile di Euro 100 (Iva compresa): Il reddito imponibile annuo è pari a Euro 2.307,83 (3.507,83 – 1.200,00); il reddito mensile sarà Euro 192,32;

Questo reddito mensile viene scalato dal mio stipendio? Oppure lo devo dichiarare quando faccio il 730 e pagare li la tassazione?

Quello che non riesco a capire bene è questo:

RAL = X Stipendio netto in base alla tassazione normale = Y

RAL = X + Auto Aziendale Stipendio netto in base alla tassazione normale = Y - 100 euro di trattenuta mensile per l'auto - il reddito mensile che genera l'auto?

oppure

RAL = X + Auto Aziendale Stipendio netto in base alla tassazione normale = Y - 100 euro di trattenuta mensile per l'auto Quando viene effettuato il 730 devo dichiarare ovviamente la RAL + l'auto aziendale?

spero che sono riuscito a spiegarmi :)

grazie a tutti!

Community Details

811

Subscribers

4

Online

Benvenuti in Italia - Personal Finance. Questo subreddit è dedicato a chi cerca consigli sulla propria situazione finanziaria in Italia.

Create Post
Cookies help us deliver our Services. By using our Services or clicking I agree, you agree to our use of cookies. Learn More.